Pagine

sabato 7 febbraio 2009

Il mondo del kefir

Il problema di avere un datore di lavoro salutista è che, prima o poi, gli dai retta ^_^
Qualche mese fa mi ha parlato del kefir, latte fermentato e alimento probiotico dalle innumerevoli proprietà.
Incuriosita, mi sono messa alla ricerca di informazioni sul kefir.
Sono passata dai siti italiani ai video su Youtube e così ho scoperto che (Wikipedia docet):
  • Il kéfir (anche kefir o kefyr) è una bevanda ricca di fermenti probiotici ottenuta dalla fermentazione del latte . Contiene circa lo 0,8% di acido lattico, ha un gusto fresco ed è un alimento nutriente. Originario del Caucaso, è tuttora molto popolare nell’ex Unione Sovietica. A seconda delle diverse modalità di fermentazione il kefir può avere un piccolo contenuto di CO2 e di alcol dovuti entrambi ai processi fermentativi dei lieviti. Il kefir tradizionale viene preparato utilizzando latte fresco (di pecora, capra o mucca) e i fermenti o granuli di kefir, formati da un polisaccaride chiamato kefiran che ospita colonie di batteri e lieviti in associazione simbiotica.

  • Secondo la leggenda, Maometto avrebbe donato i primi grani di kefir agli avi dei montanari del Caucaso, che per questa ragione l’hanno chiamato “il miglio del profeta”.

  • Una testimonianza di una bevanda simile si ha nel Milione di Marco Polo che afferma di aver incontrato durante il suo viaggio verso la Cina popolazioni caucasiche che consumavano Chemmisi, una bevanda originata dalla fermentazione di latte di giumenta, dal leggero tasso alcolico.

  • E' possibile ottenere anche un kefir d'acqua mettendo i grani di kefir in una brocca contenente un fico secco, dello zucchero e un limone. Si ottiene quindi una bevanda frizzantina e leggermente alcolica.

  • Se si trasformano i grani di kefir di latte in grani di kefir d'acqua, non è poi possibile tornare indietro perchè alcune colonie batteriche si perdono nel passaggio.
Dal sito kefir.it ho appreso che il consumo quotidiano di kefir può aiutare a:
  • Regolarizzare le funzioni intestinali (il kefir stimola le proteine digestive, l’appetito e la peristalsi; promuove la salivazione e la secrezione degli enzimi da parte di stomaco e pancreas stimolando la digestione degli altri cibi, studi scientifici suggeriscono che possa aiutare a diminuire la quantità di colesterolo nel sangue);
  • Contrastare l’insediamento di germi pericolosi
  • Stimolare la produzione di anticorpi dell’intestino e migliorare le difese immunitarie.

Sempre dal sito kefir.it:
Il kefir è adatto a tutti:
  • A chi svolge attività sedentarie e desidera un alimento bilanciato e facilmente digeribile
  • A chi desidera mangiare cibi naturali,salutari e nutrienti che possono rafforzare l’organismo e le difese immunitarie
  • Per persone sotto trattamento antibiotico, perché in questi casi la loro flora intestinale viene disturbata o addirittura completamente distrutta
  • Ai ragazzi che potranno beneficiare di un cibo energetico,digeribile, gradevole e sano e in grado di contrastare gli effetti negativi delle tante “porcherie” che oggi possono mangiare; assumendo nel contempo tanti elementi fondamentali per lo sviluppo come il Calcio,il Potassio e tante Vitamine
  • Alle donne in attesa per il contenuto in acido folico fondamentale per lo sviluppo del feto.
  • Per le persone anziane, i convalescenti e chi ha la digestione in subbuglio
Insomma, sembrerebbe quasi che 'sto benedetto kefir sia una specie di panacea e così, incuriosita, ho ordinato i Biostarter Kefir Bionova per provare questa miracolosa bevanda con l'intenzione di cercare poi i grani nel caso mi fosse piaciuta.
La prima fermentazione l'ho fatta durare 48 ore, causa basse temperature interne.
L'odore del latte è diventato acido, poco invogliante ma poi, dopo la filtrazione, non si sentiva quasi più niente.
Come gusto sembra uno di quei fermenti probiotici tipo Actimel ma è leggermente più acido.
Il primo kefir era abbastanza liquido mentre quello proveninete dalla seconda fermentazione era leggermente più denso, probabilmente perchè il latte messo a fermentare era intero e in quantità inferiore rispetto alla prima fermentazione .
Al momento lo sto facendo provare a tutti in famiglia, con l'aggiunta di un po' di miele o cacao o frutta.
Come effetto "miracoloso" al momento ho notato che non è pesante. La difficoltà della digestione era uno dei motivi per cui avevo abbandonato latte e yogurt negli ultimi tempi.

Potrei dire che l'esperimento è riuscito, ora mi devo mettere alla ricerca dei grani veri e propri
voglio provare anche a fare il pane: sembra infatti che il kefir sia un ottimo starter per la lievitazione!

Qualche link:
Kefir.it
Kefir il bello
Magico Kefir
Ricette con kefir

Nessun commento: