Pagine

lunedì 8 dicembre 2008

Addobbi in corso

Fin dall'infanzia questa giornata dell'8 dicembre è stata dedicata all'allestimento degli addobbi natalizi e in particolare dell'albero di Natale.
Le mie radici per metà campane mi inducono ad avere una predilezione per il presepe e, fosse per me, gli dedicherei un'intera stanza della casa ma non si può.
Ricordo che da bambina il pomeriggio del 25 dicembre lo passavamo in giro per chiese a vedere i vari presepi e guai a saltarne uno!
Negli anni l'appuntamento con albero e presepe ha subito slittamenti ma mi sono sempre attestata il privilegio di avere l'esclusiva del presepe.
Stamattina, venendo meno al proposto di recuperare un po' di sonno, sono andata di buon'ora in cantina a tirar giù gli scatoloni, a controllare le batterie di luci e a montare l'albero.
Le batterie di luci ormai non riservano grosse sorprese: è davvero difficile che da un anno all'altro non funzionino e non devo più costringere mio padre a controllare ogni singola lampadina alla ricerca di quella fulminata.
L'albero, come lo scorso anno, è stato allestito in maniera semplice. Io e mia madre abbiamo scelto di tenerci tra il rosso e l'arancione, con qualche tocco dorato.
Forse rispetto agli scorsi anni è un po' vuoto: niente apine chicco della giostrina di mio fratello (ebbene sì, c'erano anche quelle!) niente casette fine anni'70 inizio '80, niente stelle filanti argentate e via dicendo.
Per la prima volta in 30 e passa anni di decori, abbiamo lasciato qualche pallina e qualche addobbo nello scatolone.
Il risultato è bello, o quanto meno ci piace.
Mia nonna ha sentenziato: "Lo sai fare bene l'albero, è semplice ma bello"... e per me questo equivale al primo premio di una competizione per il miglior albero di natale.
Anche per il presepe c'è stato un restyling: lo scorso anno ho regalato a mia madre una bellissima natività della Fontanini e un paio di personaggi a cui lei ne ha aggiunti altri 2-3.
A farla breve, abbiamo rinnovato il "parco personaggi" accantonando le statuette in cartapesta.
Il risultato è un po' minimalista, per dar risalto ai nuovi arrivati, ma piace.
E anche per quest'anno gli addobbi hanno visto la luce.


L'ultimo arrivato nel presepe: il garzone del fornaio

Nessun commento: